Fondo per prestiti a tasso zero in favore delle famiglie monoparentali e dei genitori separati o divorziati in situazione di difficoltà con uno o più figli minori

Pubblicata il 27/08/2014

E' stata pubblicata sul Bollettino regionale dal DGR n. 1393 del 05 agosto 2014, consultabile al seguente link : http://bur.regione.veneto.it/BurvServices/Pubblica/DettaglioDgr.aspx?id=279947

Criteri e i requisiti per accedere al prestito ex artt. 4 e 5 della L.R. n. 29/2012
1) Requisiti di ammissione
a) Il prestito può essere richiesto dalle famiglie monoparentali, ossia dai nuclei (ex art.1, comma 1 della L.R. n. 29/2012) composti da un solo genitore e uno o più figli minori risultanti dallo stato di famiglia e dal certificato di residenza;
b) Il nucleo monoparentale deve avere un valore ISEE (indicatore della situazione economica equivalente) relativo all’anno 2013, non inferiore a € 5.000,00 e non superiore a € 25.000,00;
c) Il nucleo monoparentale deve essere residente nella Regione del Veneto;
d) nel caso in cui un componente nel nucleo monoparentale abbia una cittadinanza non comunitaria deve possedere un titolo di soggiorno valido ed efficace.
2) Priorità tra gli aventi diritto
a) Presenza nel nucleo familiare di un figlio non autosufficiente ai sensi della legge 5 febbraio 1992, n. 104 “Legge quadro per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate” e successive modificazioni”;
b) Presenza di un riconosciuto disagio psicofisico dei componenti del nucleo familiare, certificato dal Servizio Sanitario Regionale (SSR).
3) Tipologie di spese
a) Spese sanitarie: spese mediche di qualsiasi tipo riguardanti il figlio minore o il genitore convivente, con esclusione degli interventi di chirurgia estetica non conseguenti a traumi e/o incidenti stradali o comunque non necessari per la cura di una specifica patologia. Sono ammesse anche spese relative all’acquisto di dispositivi medici;
b) Pagamento del canone di locazione per abitazioni non di lusso (abitazioni rientranti nelle categorie catastali A2, A3, A4 e A5 con esclusione dei fabbricati rurali).
4) Norme comuni a tutte le tipologie di spese
a) Il prestito viene concesso ad un tasso zero in un’unica soluzione. La restituzione del prestito deve avvenire sulla base di un piano personalizzato e calibrato alle disponibilità economiche del nucleo, con quote scadenzate nel tempo. Comunque la prima rata non può essere richiesta prima dello scadere dei due anni dalla data di erogazione del prestito;
b) Il prestito viene concesso per importi strettamente correlati alle cause specificate al punto 3), che saranno oggetto di valutazione da parte dei singoli Comuni. Il Comune dovrà richiedere entro termini concordati la documentazione a dimostrazione della spesa sostenuta e/o da sostenere;
La graduatoria sarà formata secondo i criteri stabiliti dalla delibera di Giunta Regionale, consultabile al seguente link  http://bur.regione.veneto.it/BurvServices/Pubblica/DettaglioDgr.aspx?id=279947

Allegati

Nome Dimensione
Allegato DELIBERA BANDO FAM MONOPARENTALI.pdf 221.29 KB
Allegato ISTRUZIONI BANDO FAM MONOPARENTALI.pdf 42.85 KB

Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto