Comune di Zovencedo

IMU-TASI

Cos'è la Tasi
La Tasi è il tributo per i servizi indivisibili introdotto dalla legge di stabilità 2014 e successive modifiche e integrazioni. Il Consiglio comunale, con deliberazione n. 55 del 4 agosto 2014, ha approvato le aliquote della Tasi ed il relativo regolamento Per il Comune di Zovencedo, la Tasi si applica alle abitazioni principali e agli altri immobili a queste assimilati, nonchè agli immobili soggetti ad IMU, con aliquote diverse. Dal 2016 la Tasi si applica agli immobili diversi dall'abitazione principale

Chi paga
Il presupposto impositivo della Tasi è il possesso o la detenzione, a qualsiasi titolo, di fabbricati, esclusa l'abitazione principale, e di aree edificabili, come definiti ai fini dell'Imu,  e, per il 2014-2015 i terreni agricoli (dal 01/01/2016 i terreni agricoli ricadenti nel territorio del Comune di Zovencedo sono nuovamente esenti).  La Tasi deve essere pagata dai proprietari o titolari di diritto reale sulle abitazioni e le altre tipologie specificate.  Detenzione: quando l'unità immobiliare è occupata da un soggetto diverso dal possessore (è il caso ad esempio dei conduttori di immobili locati), il regolamento comunale Tasi prevede in linea generale anche una quota del tributo a carico dei detentori (il 10%); per il Comune di Zovencedo, l'aliquota a carico dei detentori è pari al 30% . Nel rispetto del principio di responsabilità solidale previsto dall'art. 1 comma 671 L. 27/12/2013 n. 147, nel caso di pluralità di possessori il tributo viene complessivamente determinato tenendo conto delle quote di possesso di ciascun titolare del bene medesimo.

Quando si paga
I contribuenti devono versare l'imposta, per l'anno in corso, in due rate:
prima rata entro il 16 giugno
seconda rata entro il 16 dicembre.
E' comunque ammesso il versamento in un' unica soluzione alla prima scadenza.

Dove e come si paga
Il versamento si effettua mediante mod. F24 (in posta, banca o per via telematica).
N.B. Dal 1° ottobre 2014 il pagamento dei modelli F24 superiori a 1000 euro potrà essere effettuato solo in via telematica (come previsto dall'art. 11, comma 2, del decreto legge 66/2014). Codici tributo.
I codici da utilizzare per il pagamento con mod. F24 sono:
3958 per abitazione principale e relative pertinenze
3959 per fabbricati rurali ad uso strumentale
3960 per aree fabbricabili
3961 per altri fabbricati.
In caso di ravvedimento, le sanzioni e gli interessi sono versati unitamente all'imposta.
Codice comune. In tutti i casi deve essere riportato sul mod. F24 il codice identificativo del Comune di Zovencedo: M194. 
 La Tasi va versata senza decimali, con arrotondamento all'euro per difetto se la frazione è pari o inferiore a 49 centesimi, per eccesso se superiore (esempio: 72,49 euro si arrotondano a 72 euro; 72,50 si arrotondano a 73 euro). L'arrotondamento va effettuato per ogni rigo del mod. F24. Importo minimo.
 
Ravvedimento operoso
I contribuenti che non hanno pagato la Tasi entro la scadenza prevista possono regolarizzarsi con il "ravvedimento operoso". In tal caso è prevista la regolarizzazione dei versamenti omessi, parziali o tardivi con il pagamento dell'imposta dovuta, delle sanzioni in misura ridotta come più sotto indicato (anziché del 30% come previsto in caso di accertamento), e degli interessi, a maturazione giornaliera, nella misura del saggio legale vigente (attualmente all'1% dal 1° gennaio 2015 allo 0,5%). 

Rimborso
Chi ha versato la Tasi in eccesso può chiedere il rimborso, utilizzando preferibilmente l'apposito modello di richiesta di rimborso allegando la documentazione che si ritiene utile per l'istruttoria, insieme alla copia di un documento di riconoscimento in corso di validità. La richiesta può essere spedita a mezzo postale, via fax al numero 0444893389, via PEC (pec del richiedente il rimborso, altrimenti allegare fotocopia carta identità del richiedente) all'indirizzo zovencedo.vi@cert.ip-veneto.net,o presentata direttamente agli uffici.